Consulenza psicologica - Infanzia

Consulenza psicologica

Consulenza psicologica - Infanzia

CONSULENZA PSICOLOGICA INFANZIA

Il periodo di vita che il bambino trascorre alla scuola dell’infanzia racchiude in sé numerosi cambiamenti fondamentali.
Progressivamente si abbandonano comportamenti, atteggiamenti e necessità tipiche della primissima infanzia, per affacciarsi a nuove esperienze che vanno dalla socialità all’autonomia, da nuove conoscenze/competenze al rapporto con gli altri.
Riuscire a seguire e monitorare come ogni bambino viva queste nuove esperienze rappresenta l’obiettivo principale della presenza della psicologia nella scuola dell’infanzia.
Perché ciò possa avvenire in armonia di tutti gli elementi, il servizio di consulenza psicologica si esprime in più direzioni:
  • Rappresenta un’interfaccia fondamentale per le insegnanti, che in questo contesto condividono ed elaborano strategie sempre più adatte ad ogni bambino
  • È a disposizione delle famiglie come terreno/contesto nel quale esprime i propri dubbi e le proprie difficoltà o semplicemente condividere un pensiero sul proprio bambino (colloqui individuali pre-inserimento e periodici)
  • È un lavoro quotidiano di monitoraggio delle conquiste e dei progressi fatti dai bambini o degli eventuali “momenti difficili” che talvolta possono presentarsi
  • Infine consente di lavorare sulla continuità con la scuola primaria in modo completo, condividendo le potenzialità/difficoltà di ognuno o semplicemente di “presentare” ogni bambino in tutte le sue caratteristiche.

TEST DI MATURITA’ SCOLASTICA

Al termine dell’ultimo anno di scuola dell’infanzia viene proposto a tutti i bambini che si iscrivono alla scuola primaria "M.Montessori" un “test di maturità scolastica”.
Lo scopo di questo test è di valutare la maturità di ogni bambino, intendendo con ciò la valutazione degli aspetti cognitivi (le competenze), dell’autonomia, del linguaggio, della motricità (la coordinazione) e dell’emotività.
Si considerano quindi tutti quegli elementi sui quali si è lavorato nell’intero percorso scolastico e soprattutto si valuta l’armonia generale.
Il risultato di questo test viene condiviso con la famiglia e con la scuola primaria per un lavoro di qualità sulla continuità scolastica.

Go to top